noi   |   dove  |   linee d'intevento
Chi siamo

TRASVERSALE nasce nel 1992 come momento di sintesi e valorizzazione delle esperienze professionali dei partner operanti in diversi settori della consulenza strategica al sistema pubblico e dell’ institutional building.

TRASVERSALE è attiva nel campo della ricerca economica, istituzionale e sociale; svolge la propria attività di consulenza ed assistenza tecnica nel campo dell’identificazione, valutazione e gestione di progetti pubblici e privati per conto di aziende, società di studi, organismi ed istituzioni nazionali ed internazionali.

TRASVERSALE annovera tra i suoi clienti il Ministero del Lavoro ed il Ministero dell’Ambiente, numerosi Enti Locali, Agenzie di Sviluppo Regionali, Aziende Sanitarie Locali, Associazioni Professionali, Aziende di Credito, Istituzioni Finanziarie Nazionali e Regionali e collabora, in campo internazionale, con l’Unione Europea, la Banca Mondiale, la FAO, la Direzione Generale per la Cooperazione Italiana, il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo industriale - UNIDO, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente - UNEP.

Nel corso della sua esperienza TRASVERSALE ha promosso e gestito progetti nei seguenti Paesi: Argentina, Bolivia, Brasile, Canada, Colombia, Cile, Costa Rica, El Salvador, Ecuador, Ghana, Guatemala, Guinea, Honduras, Kenya, Mexico, Nicaragua, Niger, Panama, Paraguay, Perù, Russia, Ucraina, Uruguay, USA, Venezuela, Vietnam e nei seguenti Stati dell’Unione Europea: Belgio, Francia, Germania, Grecia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna.

Metodica

TRASVERSALE applica un criterio differente per interpretare i fenomeni economici e sociali che sono alla base delle scelte di programmazione e delle decisioni di intervento, considera elementi quali il contesto di appartenenza, il riferimento storico e politico, gli interessi di parte, le necessità soggettive, i ruoli e le aspettative.

In questo modo TRASVERSALE riconosce alla ricerca e all’analisi economica nuove potenzialità che la rendono un fenomeno organico, adattativo, sorprendente e vitale.

Da una parte l’eleganza matematica della teoria neoclassica e dei modelli econometrici , dall’altra approcci e strumenti cognitivi per comprendere e rappresentare la realtà circostante e predire quella futura.

A volte i decisori politici ed economici presentano limiti oggettivi all’interpretazione della realtà.

Questa scarsa razionalità interpretativa si deve all’imperfezione e all’incompletezza dell’ informazione e dei dati disponibili; alla relatività ed alla soggettività che il contesto politico ed istituzionale impone, nonché alla congiuntura che si instaura tra l’opportunità, il momento e le diversità culturali proprie dei singoli individui.

Diviene pertanto imprescindibile incorporare strumenti e metodologie di interpretazione e valutazione che considerino l’approccio cognitivo sperimentale come valore sostanziale di definizione delle realtà complesse.

Link
www.europa.eu Dols www.dols.net
www.filas.it  
       

noi   |   dove  |   linee d'intevento
English